menu
Scoprire

9 Avventure all'Aperto in Europa da Provare Almeno una Volta

Riccardo

This post is also available in: Inglese Spagnolo Tedesco Francese

Ogni anno sono migliaia i visitatori, appassionati di esplorazione urbana ed esperienze outdoors, a raggiungere l’Europa, attratti dalla grande varietà di attività che il nostro continente sa offrire. Dallo sci al trekking sui ghiacciai, dalle zone di natura incontaminata al surf, ce n’è per tutti i gusti.

Con tutta questa scelta, è difficile decidere da dove iniziare. Per aiutarti abbiamo compilato questa comoda lista con le nostre attività preferite:

1. Equitazione e mongolfiere in Cappadocia, Turchia

Nonostante la sua posizione con l’Europa sia molto dibatutta di questi tempi, non c’è dubbio che la Turchia, a cavallo tra Europa e Asia, sia il ponte tra Occidente e Oriente. E siccome offre avventure straordinarie è la prima della nostra lista.

A post shared by Banu Ulas (@banu.um) on

I Persiani hanno battezzato la Cappadocia come “terra dei bellissimi cavalli”, appunto per la nota razza di cavalli locali. Ovviamente percorrere i paesaggi lunari dell’Anatolia a dorso di cavallo è una delle prime cose da fare lì. 

Per concludere non bisogna farsi mancare una gita in mongolfiera all’alba per ammirare i pittoreschi altopiani e tutte le sfumature che colorano il cielo.

2. Tuffarsi nel lago Grüner, Austria

Mai sentito parlare di questo parco che scompare ogni anno a primavera? Il Grüner See offre un’esperienza di nuoto unica e imperdibile. Munisciti di maschera da immersione e visita questa piccola Atlantide di giardini sommersi ai piedi delle montagne austriache.

Questo fenomeno naturale è dovuto all’innalzamento delle acque, anche di dieci metri, quando i ghiacciai circostanti iniziano a sciogliersi. Ed è così che un parco ogni anno si trasforma, per qualche settimana, in un bellissimo lago verde.

3. Terme di Saturnia, Toscana

A pochi chilometri dal comune di Manciano si trovano le Terme di Saturnia, un insieme di sorgenti termali che partono dal Monte Amiata fino ai comuni ti Roselle e Talamone.

Le acque sulfuree di queste sorgenti erano ben note a Etruschi e Romani per le loro proprietà terapeutiche e rilassanti. Secondo la leggenda si sarebbero formate nel punto in cui atterrò un fulmine che Giove scaglio contro Saturno, da cui deriva il nome!

Se questo ancora non vi basta per partire immediatamente allora è il caso di aggiungere che, dopo la visita alle bianche sorgenti, ci si può rinfrescare alle cascate del Mulino, il posto perfetto per foto da Instagram.

4. Fare immersione nella Fessura di Silfra, Islanda

Mai provato ad immergervi in una location unica, immersi in un acqua perfettamente trasparente e nuotare tra le placche tettoniche Eurasiatica e Nordamericana?

Situata nel Parco Nazionale di Þingvellir in Islanda, la Silfra Fissure è uno dei punti per diving più belli al mondo, dove ci si può immergere nelle acque glaciali esattamente dove le due placche tettoniche si dividono. Filtrata dalle rocce basaltiche e vulcaniche del suolo Islandese qui si trova una delle acque più pulite al Mondo, che permette una visibilità di quasi cento metri!

Se il periodo dell’anno è propizio, all’immersione si può abbinare una spedizione a Gjabakkahellir, un cratere vulcanico perfettamente intatto e riconosciuto dall’UNESCO.

5. In slitta con le renne in Lapponia, Finlandia

Seguite le tracce della popolazione Sami e visitate la Lapponia nel modo più tradizionale: su una slitta trainata da renne a caccia di Aurora Boreale.

A post shared by judith petit (@judith_petit) on

Se vestire i pani di Babbo Natale non basta allora potete imbarcarvi in un husky safari e incitare il vostro branco di cani. Sentirete il vento freddo in faccia vivendo un’esperienza unica a tutta velocità nel panorama innevato della Scandinavia.

6. Un giro in gondola a Venezia

L’esperienza più iconica di un viaggio a Venezia, oltre ovviamente ad indossare una maschera tradizionale durante il Carnevale, è fare un giro in gondola per i canali, da dove potrete ammirare la Basilica di Santa Maria della Salute, il Ponte dell’Accademia e il Teatro La Fenice. Non è esattamente economico ma ne vale la pena.

A post shared by @julia_melentevaa on


Una volta lì vi consigliamo di visitare anche le altre isole della laguna soprattutto Murano, famosa per la lavorazione del vetro soffiato, e Burano, nota per i suoi merletti e le case colorate.

7. Camminare alle Cinque Terre, Liguria

Se le Cinque Terre sono famose in tutto il mondo ci sarà un motivo. Se non siete andati ancora a visitare questi meravigliosi paesini di pescatori dai colori incantevoli, incastonati nella scogliera ligure, dovete subito rimediare.

A post shared by Juncal (@jjuncal) on

L’intera regione circostante i cinque villaggi è costituita dal Parco Nazionale delle Cinque Terre, ed è attraversato da sentieri che possono offrire visuali mozzafiato.

8. Salire i 587 gradini di Santorini, Grecia

Situata nella parte meridionale del mare Egeo, Santorini è certamente una delle più spettacolari tra le seimila isole Greche.

A post shared by Greek Nature (@greeknaturegr) on


Nata su un antico vulcano Santorini è facilmente riconoscibile per i suoi edifici bianchi con le cupole blu, sui quali si ha la visuale migliore in cima ai 587 scalini che partono dal vecchio porto di Skala e arrivano a Thira. Se la scalata non vi attira potete raggiungere la cima a dorso d’asino per godere di una visuale incredibile del tramonto sulle Cicladi.

9. Camminare sospesi a 30 metri sopra il mare in Irlanda del Nord

L’Irlanda del Nord è uno dei paesi più belli ma anche più sottovalutati di tutta Europa, se non del mondo. Non per altro è stata scelta come una delle principali location per girare il Trono di Spade.

A post shared by Christy Willard (@cwillard76) on

Tra tutti i suoi tesori troviamo il Ponte di Corda di Carrick-a-Rede, un’immancabile esperienza carica di adrenalina. Situato su un tratto di costa vicino al villaggio di Ballintoy, il ponte è lungo venti metri ed è sospeso a 30 metri sopra il livello dell’acqua.

Eretto per la prima volta dai pescatori nel 1755, il ponte collega la costiera con l’isolotto di Carrick dove si trova un solo edificio: il cottage di un pescatore.


Grazie per aver letto questo post!

Quale di queste attività all’aperto ti interessano di più? Ci siamo dimenticati qualcosa di imperdibile? Scrivicelo nei commenti.
E ricorda, se stai cercando una stanza per studenti puoi trovare quello che fa per te su
 Uniplaces.

This post is also available in: Inglese Spagnolo Tedesco Francese

Thanks for reading this post

Reset Filters