menu
Scoprire

5 imprenditori che sono partiti da zero

Riccardo

This post is also available in: Inglese Spagnolo Tedesco Francese

Grazie al boom tecnologico degli ultimi anni, sempre più persone tentano la fortuna come imprenditori. Ma sebbene sia più facile aprire una propria attività di quanto lo sia mai stato prima, la competizione è ancora più serrata e richiede la necessità di pensare in maniera più creativa per arrivare al successo. Abbiamo cercato alcuni imprenditori che hanno seguito una strada tutta loro per creare alcune delle più importanti compagnie al mondo.

Jan Koum

Tumblr inline n19k9vpY8G1qzzumw

By Sequoia Capital [CC BY-SA 4.0], via Wikimedia Commons 

Il nome di Jan potrebbe non suonarti noto, ma sicuramente la sua app è installata sul tuo cellulare. Koum è infatti il cofondatore di WhatsApp ed è membro del consiglio amministrativo a Facebook. Arrivato in California dall’Ucraina all’età di 16 anni ha vissuto un periodo molto difficile, affidandosi agli assegni di stato per il mantenimento. Nonostante queste difficoltà Jan non ha abbandonato i suoi interessi e ha continuato a studiare informatica e programmazione sui libri. Si è iscritto all’Università Statale di San Jose all’età di 18 anni ma ha abbandonato i corsi per lavorare a Yahoo! e Ernst & Young. Durante un anno sabbatico di pausa dal lavoro ha avuto l’idea di WhatsApp, che ha subito riscosso un grande successo dopo la sua uscita nel febbraio 2009 fino ad attirare le attenzioni di Facebook. Come molti sanno, 5 anni più tardi Facebook ha acquistato WhatsApp per 19 miliardi di dollari, acquisendo anche Koum come membro direttivo. Quando si dice il sogno americano…

Travis Kalanick

Travis Kalanick LeWeb

By Heisenberg Media [CC BY 2.0], via Wikimedia Commons 

Chiunque non abbia passato gli ultimi anni da eremita in una grotta isolata avrà per lo meno sentito parlare di Uber. Kalanick ha partecipato alla fondazione del servizio di car sharing nel 2009 ma il suo percorso è iniziato molto prima. Già nel 1998 Travis, insieme ad alcuni compagni della UCLA, ha fondato un servizio di scambio file online chiamato Scour. Da qui ha capito che aveva bisogno di più tempo da dedicare al suo lavoro, ha quindi abbandonato l’università per fondare un’altra società di file-sharing, prima di creare scompiglio nel mondo dei taxi con Uber. Non solo Kalanick ha creato una delle compagnie più dirompenti ma addirittura ha creato un termine di paragone per molte nuove compagnie. Molti infatti si descrivono dicendo “siamo l’Uber del [industria in questione].
Go against the grain, be resilient, even if everyone thinks you are crazy.” – Travis Kalanick

John Collison

Mai sentito parlare di John? Nessun problema, ma sentirai presto questo nome. John Collison è il cofondatore del sistema di pagamento cellulare Stripe, ed è il più giovane miliardario al mondo con un patrimonio stimato sui 1.1 miliardi di dollari. Cresciuto nella contea Limerick in Irlanda, ha imparato a programmare da giovane, in competizione con il fratello Patrick. La loro prima impresa fu Auctomatic, un sistema di aste online, che fu acquisito da Live Current Media per $5 milioni quando John aveva solo 17 anni. Eh sì, il ragazzo non ha perso tempo. Stripe è stata di recente valutata sui 9.2 miliardi di dollari e probabilmente sentiremo ancora parlare di lui.

Sean Parker

Sean Parker 2011

Amager at English Wikipedia [CC BY-SA 2.0], via Wikimedia Commons 

Un sacco di persone associano Sean Parker con Justin Timberlake nel film “The Social Network”. Ma per molti altri è noto come cofondatore di Napster, lo storico servizio per scambio di file musicali online. Lanciato nel 1999, quando Sean aveva solo 19 anni, Napster ha travolto il mondo come una rivoluzione, facendo anche incazzare l’industria musicale. Sebbene il servizio sia stato chiuso nel 2001 in seguito a diverse cause legali (sì Metallica, stiamo guardando voi), Sean ha continuato il suo percorso investendo in diverse compagnie negli ultimi anni, incluso Spotify dove è membro del consiglio amministrativo. Nel 2011 ha gestito le negoziazioni di Spotify con Warner e Universal, prima del lancio della piattaforma. Il suo patrimonio? 2,4 miliardi di dollari. E per tua informazione, Sean non ha nemmeno fatto l’università!

Sir Richard Branson

Richard Branson (pic 4)

By D@LY3D [CC BY 2.0], via Wikimedia Commons 

Sir Branson è riconosciuto da molti come uno dei più grandi imprenditori di sempre. Cresciuto con la dislessia, ha mollato la scuola a 16 anni per aprire la sua prima attività con pochi spiccioli. È passato da un negozio di dischi ad una mega-azienda che raccoglie più di 400 compagnie sotto la bandiera Virgin. Ora lo potrete trovare a rilassarsi al sole di Necker Island, la sua isola privata di 30 ettari. Noto per la sua attitudine “just do it” da sempre sfida ogni limite in termini di business, imprenditoria, filantropia e viaggi spaziali, il suo più recente hobby. Da leggere una delle sue molte biografie, come fonte di ispirazione. “Non impari a camminare seguendo le regole. Impari provandoci e cadendo”  – Sir Richard Branson

Abbiamo dimenticato qualcuno nella lista? Non sei d’accordo con uno o più dei nomi che abbiamo scelto? Faccelo sapere nei commenti!

E ricorda, se stai cercando una stanza per studenti in Europa, Uniplaces è qui per aiutarti.

This post is also available in: Inglese Spagnolo Tedesco Francese

Thanks for reading this post

Reset Filters