menu
Scoprire

10 Lezioni che ho Imparato Viaggiando in Asia

Riccardo

This post is also available in: Inglese Spagnolo Tedesco Francese

Se siete stanchi di tutte quelle frasi trite e ritrite, che appaiono ovunque nei social, e che vogliono insegnarvi a vivere ecco un articolo che potrebbe aiutarvi davvero.

Se non è così, almeno saltate subito al punto in cui sconsiglio di noleggiare uno scooter.

Non noleggiate mai uno scooter!

1. I Pod Hotels non sono più solo una Novità

View this post on Instagram

#tokyo #capsulehotel #shinjuku #booth

A post shared by Fortunata Tozzi (@fortunatatozzi) on

Questi cosi, chiamati pod hotel o capsule hotel, sono usati da chi viaggia in Giappone per lo più per l’originalità dell’esperienza.

Dal punto di vista culturale sono un fenomeno affascinante.

Generalmente l’ammissione è limitata esclusivamente agli uomini. I tatuaggi non sono ben visti e spesso proibiti. In genere ci si trovano vaste collezioni di fumetti, un enorme bagno in pietra, e decine di uomini in camice da ospedale che fumano come ciminiere guardando il baseball.

Ma sono più economici della maggior parte degli hotel ed estremamente comodi. In più hanno abbastanza letti da avere quasi sempre disponibilità.

Un’ottima scelta pratica.

2. Singapore è Terribile

https://www.instagram.com/p/1YUlqzgo4P/?tagged=singaporefinecity&hl=en

Non preoccupatevi, ho fatto un bel po’ di ricerca prima di formare ed esprimere questa opinione. Non solo ci ho passato una lunga e noiosa settimana, ma un caro amico Scozzese ha avuto la sfortuna di crescere nella sua opprimente atmosfera.

Iniziamo con i lati positivi: il cibo economico, e la sua varietà e qualità è incredibile, soprattutto agli hawker centres, che sono dei mercati all’aperto. Oltre a quello si può dire che è estremamente pulita.

Ecco i lati negativi: ogni cosa divertente è pesantemente tassata, come la birra, le sigarette o i sorrisi. Il possesso di droghe è punibile con la morte e sembra che la città sia stata trasformata in un paradiso per banchieri.

Si possono prendere multe praticamente per ogni cosa, come masticare una gomma o andare in bici in un sottopassaggio. Terribilmente sterile, è costruita sulle basi di una classe di servizi ed una democrazia di dubbia genuinità.

Lasciate tutto e andate in Malesia: ha tutto quello che Singapore ha da offrire senza aver venduto l’anima al diavolo.

3. In Corea si Beve fino all’Autodistruzione

View this post on Instagram

Happy chuseok! #noon #blackoutkorea #chuseok #seoullife

A post shared by Kristen (@kristenwyr) on

Viaggiare e vivere per po’ in Sud Corea ti insegna che la loro società – molto chiusa e gerarchica – adora bere.

Potete trovare uomini d’affari… ma in realtà chiunque, ubriachi marci dalla sera prima, che dormono per strada.

Vai a bere con il capo, facendo affari, nei club e nelle squadre sportive, bevi in base alla tua età, per essere felice e per essere triste.

Fortunatamente i loro drink e il loro cibo sono incredibili, così come le cure dei postumi da sbornia.

Corea, il posto perfetto per un lungo weekend di ebbrezza. Chi l’avrebbe mai detto?

4. In Cina abbiate sempre un Piano B pronto (ma anche C e D)

Con i soldi non si può arrivare ovunque in Cina, ma con le informazioni sì.

Se siete in viaggio spesso potete uscire dalle situazioni più spiacevoli mettendo mano al portafogli, nella peggiore delle ipotesi. Ma in Cina non funziona così.

Assicuratevi di usare sempre taxi ufficiali. Tenete pronte delle frasi scritte in cinese da mostrare alla gente. Cercate un posto dove lo staff parla per lo meno inglese e tenetevelo stretto (Starbucks in genere è un porto sicuro).

La Cina può essere stressante quanto è meravigliosa.

Imparate a memoria il simbolo di “Internet Café”. Non fidatevi di nessuno che vi approccia per strada, specialmente se parlano bene inglese.

Insomma pianificate bene e in anticipo il vostro tragitto, tappa per tappa, e siate pronti a pensare un piano alternativo in caso qualcosa vada storto.

5. I Russi amano il Vietnam, i Coreani amano le Filippine e i Britannici infestano la Thailandia

È strano come certi paesi siano attratti da posti specifici. Il Vietnam (e stranamente anche Israele) è gettonatissimo dai russi. Sono stato in locali interamente coreani nelle Filippine, ce n’è uno enorme a Cebu per esempio.

È un peccato che certe parti della Thailandia siano ormai interamente in mano agli stranieri. È l’unico posto dove ho preso un autobus pubblico senza nemmeno un abitante del luogo a bordo: solo backpackers.

Comunque, al di fuori delle trappole per turisti, il paese è assolutamente incredibile.

6. Non Noleggiate un Motorino

Ammettiamolo, visto da fuori è una figata. Me se in ogni gruppo di dieci turisti ce n’è sempre uno in stampelle coperto di bende e croste, un motivo ci sarà.

Non vale la pena rovinarsi le vacanze.

Lo so, sarò anche noioso come un genitore apprensivo ma non ne vale veramente la pena (senza parlare poi dei costi di un ospedale all’estero!).

7. Gli Hotel in Vietnam costano meno degli Ostelli

La scelta ovvia per ogni giovane viaggiatore sono gli ostelli. Ma sorprendentemente, in posti come il Vietnam o la Cambogia, costa meno prendere una stanza d’hotel. Infatti gli ostelli tendono ad essere piuttosto rari come conseguenza.

Non è il massimo se viaggiate da soli ma è da prendere in considerazione.

8. Evitate Tutti i Tour Ufficiali

Questo è il mio migliore consiglio per Angkor Wat.

Questo bellissimo complesso di templi in Cambogia è in pratica una piccola città. Per visitarla tutta la chiave è essere liberi.

I tour che vi vendono sono costosi e non fanno che portarvi nelle grinfie di ristoratori e venditori di strada.

Se noleggiate una bici e girate per i templi con una mappa vi divertirete un mondo.

Siate liberi, fate le cose per conto vostro. È spesso il modo più economico e meno stressante.

9. Attraversare i Confini richiede Pianificazione

https://www.instagram.com/p/BI7_IiyAWhV/

Non tutti i confini sono rilassati e semplici come siamo abituati in UE.

Alcuni, specialmente quello tra Thailandia e Cambogia (Aranyaprathet – Poi Pet) sono un incubo.

Conviene cercare bene online le informazioni più aggiornate per qualsiasi confine che dovrete attraversare.

Non è solo il fatto che vi possono far pagare più del dovuto, a volte i taxi vi portano a posti di controllo finti cercando di farvi pagare per un visto extra. Oppure, come è successo a me dopo aver schivato tre o quattro trappole, vi possono mettere su un bus finto che vi porta ad un benzinaio finto. Per poi arrivare in città due ore più tardi.

In tutto ci ho smenato circa $10 ma l’esperienza è stata molto stressante.

10. Il Borneo Malese è il Migliore. Sempre.

View this post on Instagram

Free shower anyone ? 🏊🏽🚿 #waterfall #borneo

A post shared by 蒾菈 (@mirahector) on

Cercherò di essere positivo per un attimo, per smuovere l’atmosfera di questo post: il Borneo è incredibile.

Grazie ad un misto di popolazioni indigene, cinesi, indiane, malesi e occidentali, la cultura e la storia della zona è variegata quanto la loro cucina e la loro fauna.

Parte del nord malese era governata da una famiglia di colonizzatori britannici come fossero dei reali, i “Rajahs Bianchi” di Sarawak, mentre il Nord Borneo era una colonia britannica.

La zona ha sofferto gli effetti della guerra, ha la montagna più alta nel Sudest Asiatico – il monte Kinabalu – alcuni dei punti migliori nel mondo per immersione, laghi e foreste pluviali.

Attualmente la zona è vittima di una controversa industria di olio di palma, e ha un’intera micro-nazione musulmana al suo interno.

Affascinante.

Andateci.

Bonus: 11. Un’ultima cosa…

Non viaggiate per “trovare voi stessi”, non potreste piacervi quello che trovate. Gli altri paesi non sono stati messi lì al vostro servizio.

Viaggiate per vedere com’è la vita vera, che può significare smog e caos in Cina, ingorghi per le strade di Bangkok o degli oranghi selvaggi (non in cattività) in Borneo.


Grazie per aver letto questo post, speriamo di rivederti presto.

Ti è piaciuto questo articolo sui consigli per sfruttare meglio l’Erasmus?
Se hai pareri, commenti o consigli scrivicelo nei commenti qui sotto.

E ricorda, se stai cercando un alloggio per studenti, potrai trovare quello che fa per te su Uniplaces

This post is also available in: Inglese Spagnolo Tedesco Francese

Thanks for reading this post

Reset Filters