menu
Non categorizzato

Segui questi consigli per studiare meglio e gli esami non faranno più paura!

Riccardo

Dite pure addio alle notti insonni, ai panini trangugiati di corsa sui libri e quella spiacevole sensazione di non aver memorizzato niente dopo una lunga maratona di studio. Gli esami sono dietro l’angolo e vi offriamo 17 trucchi per studiare meglio, e imparare di più con meno sforzi. O almeno così dicono gli scienziati!

1. Cambia strategia

Tips for studying better!

Ci sono parecchi modi per stimolare il tuo cervello: si impara di più usando diversi metodi. Il segreto è usare più di una metodologia di studio: un giorno ripassi gli appunti, un giorno ti immergi nelle dispense e il giorno dopo cerchi l’argomento online, e un altro giorno ancora ne discuti con gli amici.

Questo è quanto trovato dai ricercatori della Loma Linda University!

2. Una va bene, due o tre è anche meglio

Avrai risultati migliori se studi più di una materia al giorno. Quindi basta con le full-immersion in una sola materia per tutto il giorno, è il primo passo verso il delirio mentale!

Perché? Secondo Doug Rohrer è molto probabile fare confusione tra diverse nozioni sulla stessa materia se la si studia troppo nello stesso giorno. Beh, diciamo tutti grazie a Doug!

3. Facciamo un breve ripasso

Andare a lezione

Il ripasso è una delle chiavi per il successo quando si tratta di studio. Senza andare troppo a fondo nei dettagli scientifici ecco cosa succede quando impariamo qualcosa:

  1. Si legge
  2. Si impara
  3. L’informazione è immagazzinata in una zona di memoria a breve termine
  4. Se non la si sposta in una zona di memoria a lungo termine la si perde

Esatto: la si perde! Non vogliamo che succeda, vero? Il ripasso è proprio quell’attività che permette di consolidare le informazioni nella zona a lungo termine della nostra memoria.

Facciamo un ripasso di quanto imparato finora:

  1. Cambia strategia
  2. Una va bene, due o tre è anche meglio
  3. Facciamo un breve ripasso

4. È efficace, non da sfigati

Avete presente il secchione seduto in prima fila? O la tipa seduta da parte a lui che chiede sempre domande un po’ sciocche? Ecco, quei due hanno più probabilità di voi di prendere buoni voti, non perché studiano di più, ma perché sono seduti davanti.

Secondo uno studio non è semplicemente una cosa da secchioni: sedendosi nelle prime file si vede e si sente meglio quello che spiegano i professori. Questo migliora la capacità di attenzione aiutando le informazioni a passare dalla memoria a breve termine a quella a lungo termine.

5. Semplifica

Tips for studying better!

Fare troppe cose contemporaneamente ci rende meno produttivi e più distratti. Vuoi tenere d’occhio facebook ma devi anche studiare? Vai su facebook, dedicaci mezz’ora e poi mettiti sui libri quando hai finito. L’ansia per il pensiero di altre cose ci fa studiare di più ma senza ottenerne risultati.

6. K.I.S.A.S.

Keep It Simple And Summarise. Oppure Evita le Complicazioni e Riassumi, ma così si perde il simpatico acronimo. È dimostrato che la capacità di riassumere sia uno dei superpoteri più utili per gli studenti. Ci sono diversi modi per fare una buona sintesi:

  1. Usa acronimi (Europa, Asia, America = EAA)
  2. Fai grafici e diagrammi (collega visualmente i concetti)
  3. Disegna un procedimento con parole chiave racchiuse in cerchi.

Prova questi trucchi, funzionano!

7. We love vintage

Lavoro di gruppo

Due insegnanti alla Princeton e alla UCLA si sono accorti che studiare al computer non funziona. Aumenta le distrazioni e rallenta la capacità di memorizzare ed imparare.

Scrivere gli appunti a mano ci permette di studiare due volte meglio. Perché?, vi chiederete… è semplice:

  1. Leggi
  2. Pensi
  3. Scrivi a mano
  4. Le nozioni sono ora salvate nella tua mente e non in un documento PDF

8. Caro diario…

Nessuno scrive più i diari come una volta, ma degli scienziati dell’Università di Chicago hanno scoperto che studenti che scrivono delle proprie fatiche e sofferenze ottengono risultati migliori agli esami di chi non lo fa.

La loro ricerca ha dimostrato che questo processo aiuta a trovare la fonte dei problemi, e la mente aiuta a trovarne una soluzione durante lo studio. L’esercizio è facilissimo ed efficace: due o tre giorni prima di un esame mettetevi 10 minuti a scrivere quello che vi stressa di più della sfida che vi aspetta. Dopo tornate sui libri e vedrete che studierete con meno ansia…. facile!

9. Diventa il tuo insegnante

Tips for studying better!

No, non stiamo parlando di stregoneria o furto di identità. Mettiti alla prova, diventa il tuo insegnante, dicono che il segreto stia tutto nell’applicare quello che si sta studiando. È per questo che gli insegnanti di matematica usano problemi reali nei loro test.

Prova a farlo in ogni materia, mettiti alla prova… non hai niente da perdere. Tendiamo a pensare che sia una perdita di tempo ma è un sistema che dà risultati nel 70% dei casi.

10. Unisci i puntini

Vi ricordate quel giochino della settimana enigmistica? Collega i puntini da 1 a 50 per far apparire un panda che mangia il bambù? Ecco, studiare è un po’ come posizionare tutti quei puntini. Sarà molto più semplice ricordarteli una volta che li avrai uniti per creare una figura sensata. Ecco un esempio:

Domanda: dov’è il punto 42?

Opzione A: da qualche parte tra il 41 e il 43
Opzione B: il 42 è il naso. Il naso è in mezzo agli occhi, gli occhi stanno in mezzo alle orecchie, e così via….

11. “I have a dream”

Fine Settimana

I veri sognatori hanno sempre una sfida da affrontare. Alcuni sono entrati nella storia perché hanno vinto la loro sfida e realizzato i sogni. La stessa logica può essere applicata allo studio.

Secondo una ricerca chi studia leggendo ad alta voce tende ad avere risultati migliori. Non devi per forza leggere tutto ad alta voce ma è una tecnica da usare insieme alle altre: unisci i puntini, riassumi le informazioni e leggi ad alta voce prima di andare a letto. Facile, no?

12. Non ora

Tips for studying better!

Studiare è molto importante, e lo sappiamo tutti. Ma c’è qualcosa di altrettanto importante: non studiare. Prendere delle pause durante la sessione di studio aiuta ad assorbire le informazioni e a ricaricare le batterie. Una pausa di 5-10 minuti ogni 40 minuti basta, ma non passatela su facebook o whatsapp. Fate una vera pausa: sgranchite le gambe, mangiate qualcosa, uscite all’aperto… fate riposare un po’ la materia grigia.

13. Fate un patto con voi stessi

Calcolatrice bigliettini

Non avremmo mai pensato che potesse funzionare ma invece, secondo un gruppo di scienziati, è fondamentale concedersi una ricompensa ogni volta che si raggiunge un obiettivo prefissato.

Per esempio “Mi mangio una caramella alla fine di ogni capitolo che riassumo” o “mi faccio un lungo bagno caldo dopo ogni sessione di studio giornaliera”.

14. Mangia le galline e le loro uova

Detto così non suona benissimo ma gli scienziati dell’Università di Boston hanno scoperto che gli studenti con alti livelli di Vitamina B vanno meglio agli esami. Queste vitamine aiutano la costruzioni di robuste celle di memoria, e uova e galline ne hanno in abbondanza. Per i vegetariani ci sono valide alternative: lenticchie, semi di girasole, zucca, mandorle, kale, cavolfiore e broccoli sono ottime fonti di Vitamina B per la vostra memoria.

15. Studia vicino a una fontanella

Tips for studying better!

Alcuni scienziati della Università di East London hanno scoperto che l’acqua è un prezioso alleato per chi affronta una sessione di studio. Il cervello ha bisogno di acqua per mantenersi sano e fresco, per mantenere il ritmo di studio e processare tutte le informazioni acquisite.

Quanta acqua? Otto bicchieri dovrebbero bastare, e bisognerebbe berne uno ogni 40 minuti. Quindi basta bere un bicchiere ogni volta che si fa una pausa, come suggerito nel punto 12. Visto che tutti i punti si collegano?

16. Datti una mossa

Vi dovete preparare per gli esami e per la prova costume? Non sono necessariamente due attività contrastanti. Dicono infatti che fare esercizio aiuta la memoria e le funzioni cerebrali. L’ideale sono 3 sessioni settimanali da 20/45 minuti ciascuna: vi sentirete meglio, studierete meglio e entrerete meglio in quel costume. Non male, no?

17. ZzzzzZZzzzz…

Studente

Questo articolo sta diventando un po’ lungo e non vogliamo stancarvi.

L’ultimo suggerimento è il migliore di tutti: dormite!

Il segreto sta nelle 8 ore di sonno: il cervello si riposa, la capacità di concentrazione migliora e si impara più velocemente. Inoltre dormire tanto ha un grossissimo vantaggio: se studiate qualcosa di difficile prima di andare a letto, le informazioni si depositeranno lentamente durante il sonno e le capirete meglio al risveglio.

È come studiare passivamente! Unisciti a noi nella lotta contro le maratone di studio! Studiate tanto ma non troppo, e in bocca al lupo!


E ricorda: se stai cercando una sistemazione per studenti a Lisbona, Madrid o altre città in Europa troverai le migliori su Uniplaces.com.
Attualmente siamo in 40 città europee e presto arriveremo anche in altre!

Thanks for reading this post

Reset Filters